Formale antipatico o simpatico ridicolo?

7 Apr, 2017 | Comunicazione, Scrivere nella Rete, web writer

A volte, quando si scrive nel Web, si cerca di essere simpatici a tutti i costi con il rischio di cadere nel ridicolo. Oppure si è troppo formali con il rischio di apparire troppo distaccati. Ma allora come ci si deve comportare?

Scrittura Web. Formale Antipatico o Simpatico Ridicolo?Mi piacciono le persone allegre e apprezzo chiunque sappia farmi sorridere o ridere di cuore. Il buon umore aiuta sempre nella vita, in ogni situazione. Non credi? Ma leggi bene, ho scritto: “chiunque sappia farmi sorridere o ridere di cuore”.

Non tutti hanno la capacità di far sorridere gli altri, di dire cose che scatenino all’istante il buonumore di chi ascolta. È ancora più difficile farlo scrivendo perché non si ha il supporto della mimica facciale. In questo caso l’unico elemento decisivo è la buona battuta.

Ci sono autori di talento che fanno di questo aspetto il proprio lavoro: scrivono battute per comici famosi. Questo per dirti che se non si ha un vero e proprio talento nello scrivere cose divertenti, è meglio essere cauti per non rischiare di risultare ridicoli.

Quella che a te può sembrare una battuta divertente, al lettore potrebbe addirittura dare fastidio.

Potrebbe anche essere piacevole per il 50% dei tuoi lettori ma gli altri potrebbero considerare il tuo umorismo, noioso o pesante o ridicolo, persino offensivo. Per questo è meglio evitare battutine facili che potrebbero compromettere tutta la tua comunicazione. L’umorismo, si sa, è soggettivo.

Attenzione: questo concetto è importante ma non deve farti cadere nella trappola della ‘formalità’.

Evita il classico atteggiamento distaccato, professorale, e prediligi uno stile più informale. Le persone amano uno stile diretto, informale, quasi familiare; il professore in cattedra risulta sempre un po’ antipatico. Nell’infinita certezza di esprimere concetti inattaccabili, non assumere mai la posizione di guru. Spesso la saccenza sfiora il ridicolo.

Questo non vuol dire che ci si deve rivolgere al lettore grossolanamente, è chiaro! Ci vuole equilibrio, misura, educazione, spontaneità, rispetto e una buona dose di eleganza e umiltà. Sempre.

Io consiglio di sostituire l’essere forzatamente umoristici con l’essere naturalmente brillanti. Questo può aiutarti sul serio. Un testo può essere impegnativo, riportare concetti profondi e molto seri ma non deve mai essere freddo e noioso.

Un testo deve essere utile e piacevole e per esserlo nella Rete deve risultare vivace, godibile.

 

Tratto da “Ben Scritto!”

Pat

Hai una tua attività e non sai come fare i primi passi nel web‘Hai una tua Attività e non sai come fare i PRIMI PASSI nel Web?’

Questo REPORT GRATUITO è solo una delle risorse che mette a disposizione essereonline.net (di cui sono cofondatrice), una iniziativa nata proprio per chi ha l’esigenza di promuoversi e promuovere la propria attività, vendere prodotti o servizi specifici, lanciare un messaggio, insomma, farsi conoscere nell’internet, ESSERE ONLINE, appunto.
In questo report puoi già trovare un’ottima panoramica di cosa ti serve per entrare nel Web a testa alta. PUOI FARE CHIAREZZA. Puoi riceverlo subito.