Anche il guest post rientra nell’elenco degli strumenti-prodotti che si possono creare con il contenuto testuale. Utili a chi li crea e utili a chi li legge

E arriva il turno del guest post. Dopo l’article marketing dovevo parlarti del guest post, un altro modo per farsi conoscere e creare contenuti testuali utili per il lettore.

Guest post

Guest Post - Patrizia PisanoUn guest post è un post scritto per il blog di un altro autore. È un post ospitato in un blog di cui non sei l’autore ma che tratta argomenti di tua competenza. Anche il tuo blog può ospitare post di altri blogger. Questo scambio è molto interessante perché consente all’ospite di farsi conoscere anche da altri utenti, quelli che seguono il padrone di casa dove il post viene pubblicato. Ogni guest post, inoltre, è sempre corredato di link al blog dell’autore che lo scrive. Quindi, con questa pratica si possono ottenere traffico al proprio blog, autorevolezza su un dato argomento, visibilità e una proficua collaborazione con altri autori già affermati nel web.

In realtà l’effetto del guest post è molto simile a quello dell’article marketing. Quello che si ottiene è molto simile. Lo spirito dovrebbe sempre essere quello di portare beneficio a chi legge creando dei testi di valore. Di conseguenza, anche il blog che ospita questo tipo di post, può godere dello stesso vantaggio. E l’autore del testo? il blogger che crea il guest post, cosa ottiene? Come ho già detto ma ci tengo a sottolinearlo, l’autore può ottenere un ritorno di valore da questo tipo di pubblicazione: persone interessate che inizieranno a seguirlo ricordandosi il suo nome, la sua esperienza e l’argomento che tratta sul suo blog. Il guest post genera visibilità e consolida autorevolezza. Non mi sembra poco!

Questo testo è tratto, in parte, dal mio libro:
 ‘Ben Scritto! 8 passi + 1 per scrivere nella Rete in modo efficace‘.

Pat