Ho coniato un termine per identificare un fenomeno popolare: Socialpiaggerìa.

 

Entro su Facebook, leggo il post di una persona che seguo e mi faccio un giro anche fra i commenti. Quando ci riesco, cerco sempre di leggere anche i commenti, magari non tutti. A volte i commenti arricchiscono l’argomento ‘toccato’ da chi ha creato e pubblicato il post, a volte, invece… A volte i commenti sono talmente ruffiani da farti passare la voglia di partecipare allo scambio di opinioni.

Su Facebook c’è chi ti attacca a priori, ti critica e contesta su qualsiasi cosa scrivi, e c’è chi, invece, ti adora, sempre a priori e spesso anche senza capire il contenuto o lo scopo del tuo scritto. Gli adulatori abituali, quelli che non perdono occasione per dirti quanto sei forte e grande e mitico.
Ecco, non mi piacciono le persone che criticano ogni cosa scritta e pubblicata in un Social come se lo facessero per lavoro. E nello stesso modo non mi piacciono gli adulatori. Forse li sopporto anche meno.

Ho coniato un termine per identificare questo fenomeno popolare: Socialpiaggerìa. Mi è venuto senza pensarci sù.

È chiaro che sto giocando e non voglio essere presa sul serio. La Socialpiaggerìa, però, non mi lascia indifferente e non c’è nessun suggerimento da parte della netiquette che riguarda questo fenomeno. La netiquette suggerisce di non essere mai offensivo, polemico, litigioso ma non dice niente sulla piaggerìa, sull’esagerata adulazione. Nemmeno un suggerimento sulle dosi giuste da usare, casomai. Forse perché non crea scompiglio e in fondo in fondo qualche ‘attacco’ di piaggerìa piace a chiunque si trovi a riceverlo.

Comunque, sempre per giocare ma anche per evidenziare un po’ questo fenomeno (casomai facesse riflettere i più accaniti adulatori), ho creato un’infografica dove mi sono divertita a raccogliere per poi suggerire, 20 commenti tra quelli che mi sembravano più in voga e qualche altro termine ciccioso che in pochi usano ma che potrebbe fare la differenza, almeno sull’originalità.

Quindi, se anche tu vuoi compiacere su Facebook, i tuoi guru di turno, o poeti, attori, formatori, opinionisti famosi, scrittori o amici quasi sconosciuti, usa la Socialpiaggerìa! Ma solo ed esclusivamente se non hai altro di meglio da dire 😉

 

Infografica Social Piaggeria - Essere Online

#manoischerziamo 😀