Quando devo scegliere il carattere giusto per un testo web, preferisco seguire poche regole che ritengo sempre valide

Caratteri-Tipografia webTanti anni fa, mi ricordo che passavo molto tempo a scegliere il carattere giusto per un testo. Al tempo, la scelta era principalmente grafica. Cercavo il carattere migliore per avere la base su cui lavorare per creare un logotipo, per applicarmi in un lettering o per rendere più elegante una brochure aziendale di un cliente molto esigente. Mai esigente come me. Alla fine, praticamente esausta sceglievo tre o quattro font (caratteri) che mi sembravano adatti. La scelta era al 50% dettata dalla ragione e al 50% dal cuore… Sono sempre stata affascinata dalla costruzione di un font; di quelli più classici che esistono da tempi antichi. Mi chiedo quanta cura e dedizione ci sia voluta per disegnarli in modo così armonioso. Ogni lettera dell’alfabeto è un disegno preciso che ha una sua unicità ma si deve integrare perfettamente con le altre lettere dello stesso carattere.

Adesso ci si pensa di meno perché la scelta del carattere è facilitata e velocizzata enormemente. Possiamo provare e scegliere il font per il nostro testo con poche mosse e decidere l’aspetto visivo che ci sembra migliore. Ma non è per questo motivo che impiego meno tempo nella scelta del carattere giusto per il mio scritto. Per vestire le parole scritte preferisco seguire poche regole che ritengo giuste e sempre valide. La scelta del carattere giusto, la limito ai font che sono installati sul 99% dei computer usati per navigare nella Rete. Sono i così detti font standard la cui presenza è garantita nella maggior parte dei computer usati dai nostri potenziali lettori. Se usiamo un font che non è presente sul computer di chi visualizza il nostro testo, questo verrà sostituito comunque con uno di tipo standard presente sulla macchina e noi non avremo la minima idea di come si presenterà visivamente quello che abbiamo scritto.

I ‘font standard’ non sono standard per puro caso. Sono i più usati perché ritenuti i più leggibili.

In realtà, sono stati progettati proprio con il criterio della leggibilità, e questo è un altro motivo importante per sceglierli fra i tanti. Tra i caratteri predefiniti residenti nella maggior parte dei sistemi operativi troviamo: Arial, Courier, Georgia, Times New Roman, Trebuchet e Verdana. Caratteri quali Georgia e Verdana sono stati progettati proprio per essere letti agevolmente sullo schermo anche in piccole dimensioni. Ma ce ne sono anche di più nuovi. Comunque, quando è possibile scelgo tra i caratteri più sicuri.

E tu che criteri usi per scegliere il carattere giusto? Lasciami la tua esperienza.

Tratto da Ben Scritto! 8 passi + 1 per scrivere nella Rete in modo efficacedi Patrizia Pisano

 

Pat