L’aspetto visivo di un testo nel Web, può renderlo più attraente: usa sempre con criterio l’interlinea, l’andata a capo e la spaziatura.

 

Interlinea Spaziatura Andata a capo - Patrizia PisanoIn questo post voglio parlarti di interlinea, di andata a capo e di spaziatura. Voglio parlarti di quegli spazietti necessari a rendere facilmente leggibili, articoli e post pubblicati nei siti internet, nei blog, in ogni pagina web.
Oltre al titolo ben studiato e a una serie di altre cose fatte con il criterio giusto, a rendere attraente un testo web, è il suo aspetto, la sua espressione all’interno di uno spazio. A primo impatto, è proprio l’aspetto visivo di un testo a renderlo facilmente leggibile e quindi, attraente.
Sono gli spazi e le distanze ben equilibrati ad aiutare l’occhio del lettore a non perdersi tra le tante righe di testo. Questo è un aspetto fondamentale che non deve essere sottovalutato.
Vediamo come fare un buon lavoro.

INTERLINEA
Hai mai provato a leggere un testo fitto fitto, dove lo spazio tra una riga di testo e l’altra è ridotto al minimo indispensabile? Si legge malissimo.
L’interlinea, in parole povere, è la distanza tra una riga di testo e quella successiva. Questa distanza non deve essere né troppo generosa né troppo misera. Deve essere giusta. Deve essere almeno il 120% delle dimensioni del carattere relativo e non superare il 180%. Ma c’è un’altra cosa a cui fare attenzione: l’interlinea dovrebbe crescere proporzionalmente alla larghezza di colonna. Più la colonna di testo sarà larga, maggiore dovrà essere l’interlinea. Perché? Perché se così non fosse l’occhio rischierebbe di perdersi tra lunghe righe di testo poco distanti una dall’altra. Il testo perderebbe di leggibilità.
Non sempre si può intervenire sull’interlinea di un testo perché i vari editor che si usano per pubblicare articoli e post, formattano il testo automaticamente. Di solito fanno già un buon lavoro. Tuttavia se hai la possibilità di gestire autonomamente (magari conosci il codice) la formattazione dei testi sul tuo blog o sito internet, devi sapere cosa è meglio fare per rendere ogni scritto più leggibile.

ANDATA a CAPO
Un testo scritto per essere letto con facilità deve rispettare gli spazi, deve far respirare parole e righe di parole.
Questo vale anche per le andate a capo. Le andate a capo sono molto importanti perché aiutano l’occhio a non perdersi tra le righe. Fanno in modo che una frase abbia il giusto senso e che un periodo prenda una piccola pausa da quello che lo precede e da quello che vien dopo.
Non sempre si ha la possibilità di personalizzare l’interlinea ma si può intervenire sempre sulle andate a capo. Quelle vanno curate. Non devono essere casuali ma devono seguire il senso del discorso.

SPAZIATURA tra PARAGRAFI
Ogni volta che è possibile, è bene staccare leggermente un paragrafo dall’altro. Dividere, quindi, uno scritto in paragrafi brevi che si leggano più facilmente. Lo spazio tra un paragrafo e l’altro si può definire spaziatura. La spaziatura fra i paragrafi deve essere, ovviamente, maggiore dell’interlinea usata per il testo corrente. Deve essere sufficiente a far notare la differenza. In sostanza, si deve vedere lo stacco netto tra un paragrafo e l’altro. Senza esagerare.
Ogni paragrafo può essere anche evidenziato da un titoletto. Il titoletto di paragrafo non sempre può essere introdotto, dipende dal testo e da come è stato progettato. Comunque, la suddivisione in paragrafi con la giusta spaziatura è già un ottimo metodo per rendere un testo facilmente leggibile. Di conseguenza, più attraente.

Ora ti lascio le mie 10 massime.
Possono servirti come linea guida:

  1. Cura l’interlinea.
  2. Prendi fiato e ricordati di andare a capo.
  3. Non sempre si può intervenire sull’interlinea. Sulle andate a capo, sì.
  4. Un testo troppo fitto non rispetta le parole, le soffoca.
  5. Un testo troppo fitto fa scappare il lettore che ha fretta.
  6. Non avere paura dello spazio bianco. È benefico.
  7. I piccoli paragrafi divisi da spazio bianco si leggono più facilmente.
  8. L’occhio del lettore si affatica nel cercare di tenere il segno.
  9. Cura la spaziatura tra un paragrafo e l’altro.
  10. Un testo lungo diviso in tanti paragrafi con titoletti diventa un testo invitante.


Interlinea, andata a capo e spaziatura tra paragrafi, un argomento trattato spesso con noncuranza. Se avevi dubbi in merito io spero di esserti stata utile.

Ti è stato davvero utile questo post? Lascia un tuo segno tra i commenti.

Pat